News

L’INVIATO DE “LE IENE”, ANTONINO MONTELEONE, RINVIATO A GIUDIZIO PER DIFFAMAZIONE NEI CONFRONTI DELL’AVVOCATO MICHELE BRIAMONTE, EX CONSIGLIERE DI AMMINISTRAZIONE DI MPS E PARTNER DELLO STUDIO GRANDE STEVENS – NEL SERVIZIO, ANDATO IN ONDA A NOVEMBRE 2017, LA FIGURA DI BRIAMONTE FU ACCOSTATO ALLE VICENDE SULLA MORTE DI DAVID ROSSI – L’IDEATORE DE “LE IENE”, DAVIDE PARENTI: “NON CI PREOCCUPA IL RINVIO A GIUDIZIO, FACCIAMO VERIFICHE ACCURATE”

L’INVIATO DE “LE IENE”, ANTONINO MONTELEONE, RINVIATO A GIUDIZIO PER DIFFAMAZIONE NEI CONFRONTI DELL’AVVOCATO MICHELE BRIAMONTE, EX CONSIGLIERE DI AMMINISTRAZIONE DI MPS E PARTNER DELLO STUDIO GRANDE STEVENS – NEL SERVIZIO, ANDATO IN ONDA A NOVEMBRE 2017, LA FIGURA DI BRIAMONTE FU ACCOSTATO ALLE VICENDE SULLA MORTE DI DAVID ROSSI – L’IDEATORE DE “LE IENE”, DAVIDE PARENTI: “NON CI PREOCCUPA IL RINVIO A GIUDIZIO, FACCIAMO VERIFICHE ACCURATE”

antonino monteleone antonino monteleone

MPS: INVIATO LE IENE A GIUDIZIO PER SERVIZIO SU BRIAMONTE

(ANSA) – Il gup di Torino Silvia Salvadori ha disposto il rinvio a giudizio dell’inviato de ‘Le Iene’ Antonino Monteleone per il reato di diffamazione aggravata in danno dell’avvocato Michele Briamonte, ex consigliere di amministrazione di Banca Mps e managing partner dello Studio Grande Stevens. I fatti riguardano un servizio mandato in onda dalla trasmissione di Mediaset nel novembre 2017, in cui la figura dell’avvocato Briamonte veniva accostata alle vicende connesse alla morte di David Rossi, responsabile della comunicazione di Mps.

 

MICHELE BRIAMONTE FOTO LAPRESSE MICHELE BRIAMONTE FOTO LAPRESSE

Secondo l’accusa formulata dalla Procura di Torino, attraverso il pm Livia Locci, Monteleone avrebbe assemblato artificiosamente alcune dichiarazioni rese dai soggetti intervistati e registrate segretamente, montandole in modo da ottenere una rappresentazione non veritiera dei fatti. Il Giudice ha ammesso la costituzione di parte civile, presentata dall’avvocato Nicola Menardo. “lo scopo di questa iniziativa giudiziaria – ha commentato quest’ultimo – è quello di contrastare fake news che non hanno nulla a che vedere con la verità. Affronteremo il processo con questo obiettivo”.

 

PARENTI (IENE): “NON CI PREOCCUPA RINVIO A GIUDIZIO DI MONTELEONE”

Da www.adnkronos.com

 

DAVIDE PARENTI DAVIDE PARENTI

“Non ci preoccupa il rinvio a giudizio. Perché prima di andare in onda facciamo verifiche molto accurate. E’ molto di più il tempo che occupiamo a fare verifiche con gli avvocati che quello che passiamo a fare il programma”. Così Davide Parenti, ideatore e capo degli autori del programma ‘Le Iene’, commenta la notizia del rinvio a giudizio, disposto dal gup di Torino Silvia Salvadori, dell’inviato de ‘Le Iene’ Antonino Monteleone per il reato di diffamazione aggravata ai danni dell’avvocato Michele Briamonte, ex consigliere di amministrazione di Banca Mps e managing partner dello Studio Grande Stevens. Al centro della vicenda giudiziaria c’è un servizio mandato in onda dalla trasmissione di Italia 1 nel novembre 2017, in cui Briamonte veniva accostato a fatti inerenti alla misteriosa morte di David Rossi, responsabile della comunicazione di Mps.

antonino monteleone iene antonino monteleone iene

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.