News

LIVE TMW – Coronavirus, CR7 out col Barcellona. Focolaio in casa Lazio, tutte le ultime

15.49 – Roma, Fonseca: “Ridurre le partite per l’emergenza Covid-19? Non mi pare la soluzione giusta” – Ridurre le partite in ossequio all’emergenza Coronavirus? Non è una soluzione secondo Paulo Fonseca, tecnico della Roma, che parla così alla vigilia della seconda sfida di Europa League: “E’ una situazione complicata. Tutte le squadre sono molto rigorose in questa momento. Ho fiducia nelle autorità che prendano la miglior decisione per il calcio. Non credo si debba cambiare nulla per un campionato più giusto. Sono sicuro che prenderanno la miglior decisione per il calcio”.

14.21 – Cagliari, Giulini critica il Governo: “Profonda delusione nel rivedere gli stadi senza tifosi” – Il presidente del Cagliari Tommaso Giulini, ha criticato la decisione del Governo di chiudere nuovamente gli stadi senza dare la possibilità ai club di accogliere neanche i mille spettatori delle ultime giornate di campionato. Ecco il suo messaggio: “Profonda delusione nel rivedere gli stadi senza pubblico, nonostante le condizioni nelle quali si assiste alle partite siano di estrema sicurezza. Il calcio e i suoi 300mila lavoratori hanno bisogno dei tifosi allo stadio”.

14.05 – Napoli Femminile, sale a sette il numero di calciatrici positive al Covid-19: la nota del club – Attraverso una nota ufficiale, il Napoli Femminile rende noto che “in seguito ai tamponi effettuati ieri, sono risultate positive al Covid-19 altre sei calciatrici e dunque il numero delle tesserate della prima squadra che hanno contratto il virus sale a sette. Positivo anche un membro dello staff tecnico. Di conseguenza, permane l’isolamento domiciliare per tutti gli altri appartenenti al gruppo squadra, che saranno nuovamente sottoposti a tampone naso-faringeo. Restano sospesi gli allenamenti”.

13.20 – Galliani sul Covid: “Serve lealtà. Si fosse giocato Monza-Reggiana avrei chiesto io il rinvio” – Torna a vincere il Monza, e lo fa nella gara del terzo turno di Coppa Italia contro il Pordenone. Match che è stato commentato, a Binario Sport, dall’Ad del Monza Adriano Galliani che si soffermato anche sul tema Covid-19: “Tutti stiamo facendo il massimo per cercare di andare avanti e chiudere nei tempi, ma chiaramente questo torneo sarà condizionato dal virus. Noi siamo stati falcidiati dalle assenze, e altre squadre vivranno i nostri problemi: è un campionato già anomalo per l’assenza di pubblico, in più ci mettiamo le defezioni date dal Covid-19… penso alla Reggiana: avesse giocato contro di noi avrei chiesto anche io il rinvio del match, serve lealtà sportiva. Non è colpa della Reggiana se non ha 13 giocatori. So che scatenerò polemica, ma ci sono comportamenti che non fanno onore a tanti presidenti”.

11.35 – Lazio, una buona notizia per Inzaghi: Pereira ha raggiunto la squadra in Belgio – Una buona notizia per la Lazio in vista della sfida di questa sera contro il Bruges. Come raccolto da TMW il tecnico biancoceleste potrò contare su Andreas Pereira. L’ex Manchester United è risultato “falso positivo” per questo motivo ha potuto raggiungere la squadra in Belgio. Questa sera sarà almeno in panchina.

11.20 – Napoli, 6 nuovi positivi al Covid-19 nel gruppo della Primavera. Il comunicato del club – Sei nuovi positivi nel gruppo Primavera del Napoli. Questo il tweet pubblicato pochi minuti fa dal club azzurro: “Il gruppo Primavera, in quarantena domiciliare da 11 giorni in seguito ad una positività precedentemente riscontrata, si è sottoposto ai tamponi che hanno rilevato la positività al Covid-19 di altri 6 soggetti”.

10.50 – Positivi nel Como, alle 20 la sfida con la Juventus U23 – E’ stata posticipata alle 20 (era fissata per oggi alle 17.30) la sfida tra il Como e la Juve under 23: il club lariano ha comunicato la positività di alcuni membri del gruppo squadra e la necessità di effettuare un nuovo controllo tamponi immediato.

10.05 – Napoli, nota del club: tutti negativi i tamponi effettuati ieri mattina – Ancora una buona notizia in casa Napoli sotto il punto di vista dell’emergenza Covid. Come riportato dal club attraverso una nota ufficiale, sono risultati tutti negativi i tamponi effettuati al gruppo squadra ieri mattina: “Tutti negativi al Covid-19 i tamponi effettuati ieri mattina ai componenti del gruppo squadra”.

MERCOLEDÌ 28 OTTOBRE

21.01 – CR7 assente nella sfida al Barcellona – Cristiano Ronaldo non ci sarà. Secondo quanto raccolto da TMW, il campione portoghese è ancora positivo al Coronavirus e non potrà quindi prendere parte al big match in programma domani sera a Torino tra Juventus e Barcellona. Rimandato almeno fino alla gara di ritorno, dunque, il nuovo duello tra CR7 e la Pulga.

20.01 – Conte: “Abbiamo varato il Decreto Ristori” – Il premier Giuseppe Conte ha parlato in conferenza stampa per commentare il decreto ristori, appena varato per aiutare le persone colpite dalle ultime misure restrittive del nuovo DPCM: “Abbiamo varato il Decreto Ristori, vale 5 miliardi di euro che saranno utilizzati per aiutare immediatamente coloro che sono penalizzati dall’ultimo Dpcm. È un decreto a cui abbiamo lavorato parallelamente all’ultimo Dpcm. Ringrazio tutti i Ministri che hanno contribuito a questo risultato. I contributi a fondo perduto arriveranno direttamente sul conto corrente dei diretti interessati direttamente dall’agenzia delle entrate. Le stesse categoria, oltre ai ristori a fondo perduto, potranno beneficiare di altri contributi. Già a metà novembre chi ha già aderito alla prima edizione del contributo al fondo perduto potrà riceverlo. Un piccolo bar che ha ricevuto 2000 euro con il decreto rilancio, può prenderne 3000. Un grande ristorante da 13 mila euro potrà riceverne 26. Oltre ai ristori a fondo perduto le stesse categorie potranno ricevere altri contributi. Faccio un riassunto velocissimo: credito d’imposta per gli affitti commerciali ottobre, novembre, dicembre, la rata Imu in scadenza del 16 dicembre, l’indennità specifica degli operatori dello spettacolo e del turismo da 1000 euro ciascuno. Per tutto il settore agricolo cancelliamo la rata per i lavoratori per il mese di novembre”.

18.20 – Lazio in emergenza totale, 16 giocatori per Inzaghi – Emergenza totale nella rosa della Lazio in vista della gara contro il Club Bruges in Champions League, parla in conferenza stampa il tecnico Simone Inzaghi. “Per quanto riguarda la lista dei convocati abbiamo dei giocatori che sono rimasti a Roma. Qui siamo in 16, e domani la società farà un comunicato in giornata. Non ce lo aspettavamo, eravamo partita molto bene. Volevamo venire qui a Bruges al completo, queste problematiche ce le hanno tutte le squadre. Sono sicuro che quelli che scenderanno in campo daranno il 120% per la maglia della Lazio”.

17.31 – Il bollettino della Protezione Civile di oggi – La Protezione Civile ha reso noti i dati relativi alle ultime 24 ore. Sono stati effettuati 174.398 tamponi e individuati 21.994 nuovi positivi al COVID-19. Gli attualmente positivi sono 255.090, 18.406 in più rispetto a ieri. Nell’ultimo giorno sono morte 221 persone affette da Coronavirus per un totale di 37.700 decessi dall’inizio dell’epidemia.

• Attualmente positivi: 255.090
Deceduti: 37.700 (+221)
Dimessi/Guariti: 271.988 (+3.362)
Ricoverati: 15.366 (+1.085) di cui in Terapia Intensiva: 1.411 (+127)
Tamponi: 14.953.086 (+174.398)
Totale casi: 564.778 (+21.994, +4,05%)

16.52 – Conte: “Verremo in aiuto dello sport” – Durante l’incontro di oggi, coi vertici dello sport italiano in merito alla chiusura di palestre e piscine, il premier Giuseppe Conte ha spiegato di capire la sofferenza di chi s’e visto chiudere palestre e piscina, ma invita a ragionare con spirito collettivo e promette aiuti all’altezza della situazione: “Capisco la sofferenza di tutte le categorie. Ho firmato il DPCM solo quando sono stato sicuro che ci sarebbero state le risorse per il vostro mondo e per le altre categorie coinvolte. Noi dobbiamo ridurre le occasioni di socialità in modo da ridurre anche il numero dei contatti che si hanno abitualmente. Solo così riusciremo a tenere sotto controllo la curva epidemiologica. Quando abbiamo adottato queste misure non abbiamo certo pensato che ci siano alcune categorie meno importanti di altre. Non abbiamo operato nessuna impropria gerarchia tra categorie di attività. Siamo consapevoli degli investimenti per i protocollo di sicurezza e non ho dubbio che queste condizioni di sicurezza erano elevate. Adesso la comunità nazionale è sfibrata da questi interventi, perciò vi chiedo di partecipare a questo disegno responsabile che mira a tenere sotto controllo la pandemia”, si legge su gazzetta.it.

15.55 – Di male in peggio, Lazio in Belgio con 12 big: out anche Andreas Pereira. Ecco l’elenco – Di male in peggio in casa Lazio. Andreas Pereira, inizialmente dato in partenza per il Belgio, non è partito direzione Belgio. Questo l’elenco dei calciatori partiti, 12 big e sei aggregati dalla squadra Primavera. Reina, Alia, Minkovic, Marusic, Acerbi, Muriqi, Correa, Patric, Caicedo, Parolo, Akpa Akpro, Fares, Hoedt, Furlanetto, Franco, Bertini, Pica, Czyz.

15.31 – Sassuolo, c’è un altro positivo al Covid-19 dopo Toljan: è Haraslin. Salterà (almeno) il Napoli – Nuova positività al Covid-19 in casa Sassuolo dopo Jeremy Toljan. Questo il comunicato diramato questo pomeriggio dal club emiliano: “L’U.S. Sassuolo Calcio comunica che dai test effettuati è emersa la positività al Covid-19 del calciatore Lukas Haraslin. La Società ha prontamente posto il calciatore in isolamento domiciliare, attivando tutte le procedure previste dal protocollo in vigore per il Gruppo Squadra. La Società è in costante contatto con l’autorità sanitaria di riferimento e con la Lega di appartenenza”. Haraslin non sarà quindi a disposizione di mister De Zerbi almeno per il prossimo turno di campionato contro il Napoli.

15.02 – Infortuni e tamponi positivi, Lazio decimata. Simone Inzaghi: “Domani avrò pochissimi cambi” – “Si, è una vigilia diversa rispetto alle altre ma dobbiamo fare una gara importante contro una squadra che ha vinto la prima gara come noi. Dobbiamo andare oltre l’emergenza”. Parole e pensieri di Simone Inzaghi, allenatore della Lazio che ha parlato ai microfoni di ‘Sky’ alla vigilia della sfida contro il Club Brugge. Tantissime le defezioni in casa Lazio a causa di infortuni e tamponi positivi emersi nelle ultime ore: assenti Immobile, Luis Alberto, Lazzari e Strakosha, ma anche Djavan Anderson, Lucas Leiva, Cataldi, Luiz Felipe e Armini oltre agli infortunati Lulic, Radu e Escalante. Out anche Vavro, fuori dalla lista UEFA. Clicca qui per la news completa.

14.33 – Focolaio Lazio? Non arrivano buone notizie: Inzaghi recupera solo Pereira – Non arrivano buone notizie in casa Lazio, alla vigilia della gara di Champions contro il Club Brugge. Dei cinque giocatori sottoposti a tampone in mattinata, partirà oggi col resto della squadra soltanto Andreas Pereira. Restano così a Roma tre big come Immobile, Luis Alberto e Lazzari, come pure Djavan Anderson e gli altri assenti già preventivati (Lucas Leiva, Cataldi, Luiz Felipe, Strakosha e Armini, oltre agli infortunati Escalante, Lulic e Radu, più Vavro): la società biancoceleste non esclude fino in fondo che possano partire domattina, ma al momento è un’ipotesi abbastanza improbabile.

14.20 – CR7 in campo se stasera il test sarà negativo? Pirlo: “Non facile ma spero di poterlo valutare” – Se il test stasera sarà negativo Cristiano Ronaldo come potrà giocare dopo 15 giorni di inattività? E’ una delle domande poste in conferenza stampa ad Andrea Pirlo, allenatore della Juventus che alla vigilia della sfida contro il Barcellona ha risposto così: “Prima di tutto aspettiamo l’esito del tampone, poi se sarà negativo vedremo il da farsi. Per ora è ancora tutto in alto mare. Certo, non è facile dopo 15 giorni di inattività giocare tutta la partita, ma speriamo di poterlo valutare”.

14.08 – Covid e Dpcm: incontro in corso tra Conte, Spadafora e i vertici dello sport. Non c’è la Serie A – E’ cominciato da poco a Palazzo Chigi un vertice straordinario con il mondo dello sport indetto dal presidente del consiglio Giuseppe Conte insieme con il ministro dello sport Vincenzo Spadafora. Sono stati invitati fra gli altri i presidenti di Coni e Cip, Malagò e Pancalli, e il numero uno della Federnuoto Barelli. Ci sono anche i presidenti di diversi consorzi di gestori di impianti sportivi. È prevista anche la presenza di Francesco Ghirelli, presidente di Lega Pro (parteciperà in quanto rappresentante del Comitato 4.0), e per gli enti di promozione di Damiano Lembo, presidente dell’Unione Sportiva Acli. Clicca qui per la news completa.

13.47 – Focolaio Lazio? Ecco chi ha rifatto il tampone sperando in una negatività in extremis – Sono cinque i giocatori della Lazio che in tarda mattinata hanno rifatto il tampone e sono in attesa dell’esito dello stesso per capire se, in extremis, potranno aggregarsi alla squadra che nel pomeriggio lascerà la Capitale per volare alla volta del Belgio. Si tratta di Immobile, Luis Alberto, Lazzari, Djavan Anderson e Andreas Pereira. Sicuramente non ci saranno nella lista dei convocati Lucas Leiva, Cataldi, Luiz Felipe, Strakosha e Armini, oltre agli infortunati Escalante, Lulic e Radu. Out anche Vavro, difensore che non è stato inserito nella lista UEFA.

13.40 – Il monito di Ricciardi: “Serve un lockdown in alcune aree del Paese, il calcio lì si deve fermare” – “Il protocollo va sicuramente riscritto. Era stato fatto a maggio in una fase dell’epidemia calante e che si riferiva alla conclusione del campionato, non alla gestione ordina del campionato in una fase di recrudescenza del virus. Ora è anche peggio di maggio perché ci approssimiamo all’inverno e la situazione non è più localizzata come nella prima fase”. Parla così Walter Ricciardi, consigliere del ministro della Salute Speranza durante un intervista a Tiki Taka. “La diatriba Juve-Napoli? Io sto dalla parte dell’Asl che ha applicato i protocolli per non far diffondere il virus”. Clicca qui per la news completa.

12.38 – Focolaio in casa Lazio? – Lazio in totale emergenza alla vigilia della sfida contro il Club Brugge. Questa mattina la squadra biancoceleste s’è presentata per l’allenamento della vigilia senza Luis Alberto, Immobile, Pereira, Lucas Leiva, Lazzari, Cataldi, Luiz Felipe, Strakosha e Armini. Scattata subito l’ipotesi di un focolaio, anche se al momento mancano comunicazioni ufficiali da parte del club. Assente anche Escalante, ma quest’ultimo è alle prese con un problema al flessore.

12.06 – Gomez su Ilicic – L’Atalanta ha riabbracciato Josip Ilicic, ma per lo sloveno non è stato facile. Lo racconta, a TYCSports, Alejandro Gomez: “Ha avuto il Covid e ha sofferto molto, è andato in depressione. Arriva un momento in cui la testa ti esplode. Per fortuna ha recuperato e sta bene, lui è importantissimo per noi”.

11.55 – Skriniar torna a Milano? – L’Inter aspetta Milan Skriniar. Il difensore slovacco, causa Covid, sarà assente anche questa sera contro lo Shakhtar, ma i nerazzurri sono pronti a riabbracciarlo. La società sta lavorando con le autorità slovacche per organizzare, tra oggi e domani, il suo rientro a Milano, dove poi andrebbe a svolgere il prossimo tampone (anche l’ultimo è risultato positivo).

MARTEDÌ 27 OTTOBRE

23.55 – Maldini: “Protocolli più stretti nella prossima stagione” Il direttore tecnico del Milan Paolo Maldini ha parlato così prima di Milan-Roma: “Dobbiamo cercare di finire questo campionato e iniziare il prossimo con protocolli più stretti e la possibilità di far giocare chi gioca meno. Noi ci siamo preparati e non ci fasciamo la testa. Seguire il protocollo è la regola, la normalità, e sono anche le cose che sono state chieste dalla Lega”.

21.44 – Sollievo in casa Inter: Radu e Gagliardini negativi al tampone. In panchina col Parma? – Dopo il falso allarme per Hakimi, arrivano altre buone notizie in casa Inter. Sono infatti guariti Gagliardini e Radu, risultati positivi al Covid-19 rispettivamente l’8 e il 9 ottobre. Il tampone – riporta gazzetta.it – ha dato esito negativo (nella rosa dell’Inter solo Skriniar resta dunque positivo). I due calciatori potranno uscire dall’isolamento ed allenarsi individualmente, ma da protocollo dovranno sostenere una visita medica prima di poter tornare in campo. Ovviamente, non saranno disponibili per la gara di domani contro lo Shakhtar (possibile panchina nella sfida di sabato contro il Parma a San Siro).

20.30 – Crisanti promuove il DPCM: “Coraggioso e indispensabile, voto 8” – “Se dovessi dargli un voto, direi 8”. Così Andrea Crisanti, ordinario di Microbiologia dell’Università di Padova, nonché consulente della Regione Veneto in primavera, commenta il nuovo DPCM ai microfoni di Un Giorno da Pecora su Radio1: “È un provvedimento coraggioso e indispensabile se vogliamo evitare il lockdown: ha scontentato molti, ma non credo fosse evitabile”.

17.44 – Gravina replica a Sibilia – Con me alla guida, la Figc non farà mai l’errore di dividere il nostro mondo in ricchi e poveri”. Così il presidente della Federcalcio, Gabriele Gravina, ha commentato all’ANSA le dichiarazioni del numero 1 della Lega Dilettanti Cosimo Sibilia. “I contributi diretti arrivati alle società della LND sono stati stanziati proprio dalla Figc durante il lockdown in primavera e, anche grazie al nostro lavoro con le istituzioni, la dimensione del calcio di base è in cima alle attenzioni del Ministero per lo Sport e dell’intero Esecutivo”.

17.15 – La Serie D pensa a fermarsi – Attraverso il proprio sito ufficiale, la Lega Dilettanti ha lanciato una consultazione tra le proprie società. Due le possibili risposte: prosecuzione del campionato o sospensione fino al 24 novembre, data di scadenza del DPCM licenziato ieri dal governo.

17.10 – Il bollettino di oggi – Salgono ancora le terapie intensive (+76), con oltre mille nuovi ricoverati. 141 morti nelle ultime 24 ore, per un aumento degli attualmente positivi pari a 14.443. Qui il bollettino di oggi.

16.58 – Le FAQ del Governo sullo Sport – Attraverso i propri canali ufficiali, l’esecutivo ha risposto con delle FAQ a tante domande degli sportivi, amatoriali e non, in ordine alle novità introdotte con l’ultimo DPCM. Le trovate cliccando qui.

16.25 – Dal Pino: “Calcio al collasso” – “Spero che il Governo capisca, una volta per tutte, il valore del calcio come industria al di là di ogni superficiale demagogia”. Con queste parole, anche il presidente di Lega Serie A, Paolo Dal Pino, ha invitato l’esecutivo a fare di più per lo sport più seguito dagli italiani: “Siamo molto preoccupati, siamo vicini al collasso e temo che l’economia del Paese pagherà a caro prezzo le misure restrittive che sono state poste in essere. Ci aspettiamo attenzione e sensibilità da parte del Governo”.

16.10 – Sibilia: “Dilettanti, servono gli aiuti promessi” – Dopo la Lega Pro, anche la Lega Dilettanti chiede al Governo aiuti concreti. Lo fa attraverso le parole del presidente Sibilia, che affida all’Ansa una nota in cui spiega che “la misura adesso è colma e qualcuno dovrà prendersi la responsabilità di un disastro annunciato, invece di continuare a lanciare numeri e fare proclami come se il calcio a cui pensare fosse solo quello di vertice”.

15.05 – Gravina in aiuto ai club – La FIGC, la Lega e il Comitato 4.0 hanno inviato tre distinte lettere al governo in vista del provvedimento di legge in materia economica in arrivo per chiedere sostegni e scongiurare il collasso del sistema calcio. Ma oltre al sussidio chiesto alle autorità di Governo, il calcio italiano sta pensando ad ulteriori regolamentazioni interne per aiutare i club a corto di liquidità (non solo quelli di Serie A). Il presidente federale Gabriele Gravina potrebbe varare una normativa che possa garantire flessibilità nel pagamento degli stipendi ai calciatori. Il tutto, ovviamente, previo accordo fra le società ed i suoi tesserati. Il motivo è presto detto: evitare punti di penalizzazione per quelle società che non dovessero rispettare le scadenze. Non un taglio degli emolumenti, bensì la possibilità di ritardare il pagamento qualora ce ne fosse necessità.

12.15 – Milan, Donnarumma e Hauge positivi al Covid-19 – AC Milan comunica che gli esiti pervenuti ieri sera dal laboratorio hanno riscontrato una positività al tampone di Gianluigi Donnarumma, Jens Petter Hauge e di altri tre membri del gruppo squadra. Tutti sono asintomatici, sono stati immediatamente sottoposti ad isolamento domiciliare e sono state informate le autorità sanitarie locali. Oggi tutto il gruppo squadra è stato testato nuovamente, come da protocollo, e non sono risultate nuove positività.

10.20 – Lettera della FIGC al governo – La FIGC chiede aiuto al Governo. Le restrizioni e la situazione attuale legata alla pandemia da Covid-19 stanno producendo un ammanco enorme per le casse delle società calcistiche e proprio per questo motivo la Federazione ha chiesto che nei prossimi provvedimenti vengano previsti aiuti e sostegni anche per il mondo del calcio. Qui un estratto della lettera inviata dalla FIGC al Governo.

9.45 – Cosa prevede il DPCM – Annunciato ieri da Giuseppe Conte, il nuovo decreto ha introdotto diverse misure. Qui le decisioni relative alle attività dei campionati regionali e provinciali. Stop anche ai 1000 tifosi allo stadio.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.